In occasione del Salone del Libro 4 incontri con gli autori alla Biblioteca Sharazàd 

mercoledì 5 maggio alle ore 18
incontro con Hamid Ziarati autore de "Il meccanico delle rose" ed. Einaudi 2009 Torino

lunedì 10 maggio alle ore 18
incontro con Binca Guidetti Serra, autrice di " Bianca la rossa" ed.Einaudi 2009 Torino

mercoledì 12 maggio alle ore 18
incontro con Giuseppe Bonazzi autore di "Prima dell'alba. Racconti di guerra e d'amore Edizione Interlinea 2010

lunedì 17 maggio ore 18
incontro con la meteorologa Valentina Acordon per il libro " Che tempo che farà" di Luca Mercalli ed. Rizzoli Milano 2010
permalink ( 3 / 258 )
1° Maggio  

Dov'è la festa?
scrive Ilvo Diamanti su La Repubblica(1-5-2010)

"Si è aperta una stagione senza feste civili. Dove i riti della memoria, che danno senso e identità alla nostra Repubblica, vengono guardati- e trattati- con sofferenza o indifferenza, da una parte del paese..."

Bella Ciao...?

http://www.youtube.com/watch?v=55yCQOioTyY

A Portella della Ginestra: il 1° maggio 2010, 63 anni dopo, per la prima volta nella tradizione delle iniziative commemorative, la lotta alla mafia s'incontra con l'antifascismo e la Resistenza: nel corteo e sul palco degli interventi accanto alla CGIL, l'ANPI, Associazione Nazionale Partigiani d'Italia. Il segno, il simbolo di un impegno comune: la memoria diffusa del sacrificio più alto, la libertà, il lavoro, la dignità. E il loro domani.

Per un'Italia migliore. Delle radici: Resistenza, Costituzione, Democrazia.

www.libera.it

CAMPAGNA REFENDERARIA: L'ACQUA NON SI VENDE
fuori l'acqua dal mercato,
fuori i profitti dall'acqua

1° MAGGIO AL LAVORO PER L'ACQUA
www.acquabenecomune.org/raccoltafirme

permalink ( 2.9 / 270 )
25 aprile: festa della Liberazione 

Festa della Liberazione
www.anpi.it

Ricordare è un dovere

Ondina Peteani, operaia dei cantieri navali di Monfalcone, entrata diociottenne nel Movimento di Liberazione scrisse nel suo memoriale: "Ci schierammo. Decidemmo da che parte stare. Oltre ad un ideale forte e coeso anche il versante emotivo ebbe un ruolo determinante. Eravamo straordinariamente felici..."
da La Repubblica giovedì 22 aprile :Belpaese di Alessandra Longo
permalink ( 3 / 246 )
Bandite 

mercoledì 21 aprile 2010, ore 18-20
presentazione del documentario "Bandite" www.bandite.org (2009)

presso l' Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea 'Giorgio Agosti', Via del Carmine, 13 - 10122 Torino

Nato da un'idea di due giovani registe, Alessia Proietti e Giuditta Pellegrini, il documentario Bandite (2009) indaga l'esperienza delle donne che da '43 al '45 hanno combattuto nelle formazioni partigiane, rivoluzionando il loro ruolo tradizionale e divenendo protagoniste della storia.
Le interviste ad alcune di queste donne ribelli, di diverse estrazioni sociali, culturali e politiche, si intrecciano a interventi delle storiche e a immagini di repertorio, creando un racconto corale che si inserisce nel contesto storico e insieme rimanda alle successive conquiste dei diritti da parte delle donne.
Tra le intervistate, Bianca Guidetti Serra e Marina Addis Saba.

Saranno presenti la regista Alessia Proietti e la storica Marina Addis Saba

Coordina Marisa Dodero

permalink ( 3 / 238 )
E la bandiera dei tre colori ...  

"Raccolgaci un'unica
bandiera, una speme:
di fonderci insieme
già l'ora suonò."
G. Mameli

Riportiamo dal Blog di Beppe Grillo
L'Italia è una collezione di Stati assortiti, suddivisi in fasce, come i meridiani. Una fascia è al Nord, verde, con un partito secessionista, mascherato da federalista e meticiatto con quelle logiche centraliste che dice di voler combattere. Vive dell'odio per Roma, ma si nutre di Roma. La Lega è solo un pannicello caldo.Il Piemonte firmerebbe subito un'annessione alla Francia e così il Lombardo Veneto all'Austria. Dopo il Nord, appena varcato il Po, ci sono vecchi Stati gloriosi come il Granducato di Toscana, oggi chiamato Regione Toscana. Sono riserve indiane di un partito in dissoluzione, in attesa di riacquistare la loro vecchia identità. Al centro, bianco giallo, dopo un secolo e mezzo, non è cambiato nulla. Lo Stato della Chiesa ha eletto la sua candidata Renata Polverini. Il Vaticano amministra Roma, le sue cliniche, le sue scuole, dispone di patrimoni immobiliari immensi. Il Papa Re Ratzinger è più potente del Papa Pio IX buonanima prima che i bersaglieri entrassero in Roma dalla breccia di Porta Pia. Oltre a esercitare il potere temporale sullo Stato della Chiesa lo esercita anche sullo Stato Italiano. Il Sud, nero con qualche striatura di rosso, è auto amministrato da formazioni con una forte base territoriale, federate tra loro per lo sviluppo dell'economia sommersa, dal pizzo, alla droga, agli appalti truccati. Camorra in Campania, 'Ndrangheta in Calabria, Sacra Corona Unita in Puglia e dintorni e Cosa Nostra in Sicilia. Un'eredità di Garibaldi e della dissoluzione del Regno delle Due Sicilie. Rimangono la Sardegna, feudo della Signoria di Arcore, e le regioni di confine dove si parla tedesco, patois, friulano.




permalink ( 3 / 245 )

Indietro Altre notizie