KE NAKO: E' TEMPO! 

Ora non è più tempo di lamentazioni e mugugni, ora: Ke Nako, è arrivato il momento di farsi sentire!
permalink ( 3.1 / 255 )
Lavorare per l'integrazione 

Le guide migranti

Con 20 partecipanti originari di Marocco, Senegal, Perù, Romania, Albania e Cina, ma anche italiani provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria, parte a Torino il primo corso di formazione per guide migranti, che accompagneranno i turisti a conoscere le proprie comunità di origine nei quartieri più multietnici della città. I migranti sono attori chiave nello sviluppo del turismo responsabile a partire dalla loro capacità di essere ponte tra due territori e due culture, secondo Enrico Marletto, dellagenzia Viaggi Solidali, che per prima promuove le passeggiate migranti a Torino e che organizza il corso. Un giro del mondo restando in città si può compiere, ad esempio, nel grande mercato torinese di Porta Palazzo, dove i contadini delle campagne e delle valli piemontesi, vendono fianco a fianco con i coltivatori cinesi, le donne marocchine, i macellai e formaggiai romeni e i pescatori siciliani, in un intreccio unico di sapori e profumi. Ma anche a San Salvario, il quartiere più multietnico della città che sperimenta una positiva forma di integrazione tra le seconde generazioni di immigrati e con la nascita di numerose associazioni culturali. Le nuove guide migranti saranno, in qualche modo, dei mediatori culturali del turismo, spiegano gli organizzatori, affiancando le guide tradizionali alla città e introducendo i viaggiatori alla cultura, la gastronomia e le tradizioni delle proprie comunità di origine.

guardate il video su

http://vimeo.com/10924824


permalink ( 3.1 / 209 )
2 giugno: Festa della Repubblica 

Asoltiamo le parole di Piero Calamandrei su

http://www.youtube.com/watch?v=XRTG9duEnww


permalink ( 3 / 262 )
10 AZIONI PER LIBERA (PER TORINO E TUTTE NOI) 

10 AZIONI PER LIBERA (PER TORINO E TUTTE NOI)
la nostra piattaforma per l'elezione del sindaco

1. liste con persone non implicate in reati di qualsiasi tipo (giustizia), liste con persone che non hanno doppi incarichi o che s’impegnino, se eletti, a rinunciare subito agli altri incarichi e che hanno specifiche competenze dimostrabili (etica)
2. Liste con il 50% di donne (genere)
3. Messa a punto di strumenti di controllo e vigilanza contro l’infiltrazione mafiosa e la criminalità organizzata nel commercio e nell’edilizia (sicurezza)
4. Sportello in ogni circoscrizione per presentare offerte lavorative, formative e abitative agli immigrati (inclusione)
5. Destinazione del territorio Comunale prevalentemente a verde e servizi, per migliorare la vivibilità e censimento dei fabbisogni di abitazione e dell’offerta edilizia già presente sul territorio comunale con sportello per mettere in relazione domanda e offerta.(abitazione): basta con la speculazione edilizia (salvaguardia del territorio e ambiente)
6. Ampliamento del numero di aree pedonalizzate, nuove ciclopiste, zone 30, mezzi pubblici con corsie riservate, servizio di metropolitana anche con i comuni della cintura, invece di investimenti in parcheggi con l’abbattimento di alberi e in nuova viabilità (ambiente e mobilità sostenibile)
7. Potenziamento di asili e microasili nido, scuole materne, attività di sostegno e integrative nella scuola dell’obbligo ed assistenza/ consulenza alle madri lavoratrici (scuola)
8. Riorganizzazione dell’attuale numero di circoscrizioni aumentandone deleghe e finanziamenti, prevedendo attività di informazione e consultazioni dirette dei cittadini su una serie di temi (decentramento e partecipazione)
9. Favorire il lavoro stabile e i lavori di alta ricerca tecnologica, sportello in ogni circoscrizione per presentare offerte lavorative e formative a giovani e precari (lavoro)
10. Informazione annuale e puntuale sullo stato di attuazione del programma (trasparenza)


permalink ( 3 / 250 )
A ROBERTO SAVIANO 

Caro Roberto Saviano,



siamo indignate per i ripetuti attacchi che le giungono dalla Presidenza del Consiglio ed in particolare dall'attacco inqualificabile che le ha rivolto Emilio Fede: lui sì che diffonde e pubblicizza una cultura mafiosa.

Vogliamo dirle che seguiamo i suoi interventi sempre con interesse, attenzione e qualcosa in più che è orgoglio. Orgoglio per un giovane che ognuna di noi vorrebbe come figlio e che ognuna di noi sente come compagno nel tentativo di trasformare questo nostro paese in un luogo di democrazia realizzata per tutti. Non possiamo dimenticare il prezzo spaventoso che le costano ogni giorno il suo coraggio e la sua testimonianza, per quel poco che vale, le siamo a fianco: non la dimentichiamo e non solo quando viene attaccato in modo mafioso, ma sempre nel nostro tentativo di capire il paese che ci circonda, nel nostro analizzare la realtà e raccontarla. Perché il “lungo sonno” del Paese va combattuto tutti i giorni dappertutto, in piazza, dal macellaio, al mercato. Grazie per averci spiegato tante cose, sono le persone come lei che ci aiutano a mantenere la fiducia e la nostra dignità

Con stima da noi tutte
Donne per la difesa della società civile

permalink ( 3 / 258 )

Indietro Altre notizie