Le donne al tempo del Cavaliere 

"...Ubbidienza e avvenenza diventano l'indispensabile tirocinio per candidarsi a posti di massima responsabilitÓ. Diventano il burqa gettato sul corpo femminile, per umiliarlo sulle scene televisive e tramutarlo in arma che ferisce tutti e tutto.
Contro questa cretinizzazione delle donne,della democrazia, della politica stessa protestiamo...."
Appello di Michela Marzano, Barbara Spinelli, Nadia Urbinati su Repubblica venerdý 9 ottobre

FIRMIAMO L'APPELLO!
e poi
"ripartiamo allora dalla Costituzione e dalla difesa della legalitÓ democratica senza dimenticare che l'agenda dei problemi del paese Ŕ molto lunga e le donne sono le prime a pagare i costi della crisi economica e di una politica sociale che riduce i servizi, tsglia le risorse alla scuola e alla sanitÓ, smantella il sistema di solidarietÓ pubblica"
Rosy Bindi

Il corpo delle donne


permalink ( 2.9 / 273 )
mercoledý 7 ottobre 

Parliamo di Lavoro
con Donata Canta, segretaria generale della Camera del lavoro di Torino
permalink ( 3 / 249 )
mercoledý 30 settembre 2009 

"Le nuove risorse energetiche" con il Prof. Edoardo Garrone

Nuove risorse energetiche
permalink ( 3 / 264 )
sabato 19 settembre 2009 

PROVE DI PEDONALIZZAZIONE IN CORSO MARCONI



Valore

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.
Considero valore il regno minerale, l'assemblea delle stelle.
Considero valore il vino finchŔ dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si Ŕ risparmiato, due vecchi che si amano.
Considero valore quello che domani non varrÓ pi¨ niente e quello che oggi vale ancora poco.
Consideo valore tutte le ferite.
Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere ad un grido, chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza ricordarsi di che.
Considero valore sapere in una stanza dove c'Ŕ il nord, qual'Ŕ il nome del vento che sta asciugando il bucato.
Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca, la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.
Considero valore l'uso del verbo amare e l'ipotesi che esista un creatore.
Molti di questi valori non ho conosciuto.

Erri De Luca



permalink ( 3 / 274 )
Ma dove sono le donne? 

"Ma dove sono le donne?" questo si chiedeva quest'estate Nadia Urbinati e aggiungeva"...C'Ŕ da parte delle persone attorno a noi una specie di acccettazione. Il senso dell'inutilitÓ dell'agire collettivo. Non serve, si dice. non procura effetti. Solo la pubblicitÓ procura effetti..."
L'unitÓ mercoledý 12 Agosto
e Lidia Ravera in risposta
"La rivoluzione delle donne non Ŕ stata nŔ vinta nŔ persa. E' stata interrotta" e ancora
"...Le parole delle donne non pesano un grammo. Per questo bisogna ricaminciare daccapo. Portare i nostri corpi in piazza, occupare spazio, farci vedere, farci sentire. Contarci, per ricominciare a contare"
L'UnitÓ giovedý 14 agosto

Allora vogliamo riprenderci la parola?
Facciamoci sentire...



permalink ( 3 / 258 )

Indietro Altre notizie