Oracle Express per Debian 
mercoledì, aprile 5, 2006, 09:40 - Linux, Debian, Ubuntu
Questa mattina leggevo la newsletter settimanale di Debian e scopro che BigO fornisce Oracle Express Edition paccchettizzata per Debian, anche se penso che il loro target sia Ubuntu :) (*)
Oltre a fornire i pacchetti per il download, fornisce anche un repository per apt:

http://oss.oracle.com/debian/

quindi è sufficiente inserire in etc/apt/sources.list:

# oracle
deb http://oss.oracle.com/debian unstable main non-free

e con qualche colpo di apt si ha Oracle Express installato.

(*) IBM ha da poco certificato Ubuntu per DB2.

[ 71 commenti ] ( 7656 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 2.9 / 582 )
Il post non postato 
martedì, marzo 21, 2006, 10:11 - Agile
Questo post è il sunto del post che non ho postato prima e che non ho voglia di riscrivere... semplicemente, avevo un post in preview e mi sono sloggato... perso!

I grandi hacker

L'esperimento di ThoughtWorks

Tutto questo per rappresentare il problema delle stelle, individui troppo bravi che mal si integrano in un team perchè lavorano per se stessi e non per il team. Persone che riscrivono dalle 18 in avanti ciò che il team ha scritto fino alle 18.


[ 25 commenti ] ( 2564 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2163 )
Last.fm meglio di Pandora? 
lunedì, marzo 20, 2006, 11:14 - Technology, Software
Last.fm mi ha colpito. Social music all'ennesima potenza.

La prima impressione è che sia meglio di Pandora, più integrabile con il mio desktop (c'è anche il client linux, in QT4) e con il mio player (Amarok).

Dateci un'occhiata, io sicuramente ne riparlerò.


[ 18 commenti ] ( 3728 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 563 )
Caro programmatore.... 
martedì, marzo 14, 2006, 09:58 - FromOldBlog, Refactoring, Dev, Design
In risposta ai post del mio amico Enrico sui diritti dei programmatori e sulle paure dei programmatori, ripropongo riveduto e corretto un post dal vecchio blog aziendale:

Caro programmatore, sia tu un junior alle prime armi o un senior di provata esperienza (?!?!?), è così difficile?

E' così difficile scrivere classi con meno di 50 metodi?

E' così difficile scrivere metodi con meno di 50 righe?

E' così difficile usare nomi di variabili comprensibili?

E' così difficile scrivere codice che sia almeno un po' object oriented?

E' così difficile imparare un po' i principi di design?

E' così difficile imparare un po' i patterns?

E' così difficile non reinventare tutto da zero ed usare google?

Se hai risposto sì a tutte le domande.... cambia lavoro, stronzo! Perché il tuo codice di merda finirà nelle mani di qualcuno, e se quel qualcuno sono io spera di essere lontano... molto lontano.


Questo per sottolineare che i programmatori hanno diritti, paure, ma anche doveri: nei confronti di loro stessi e nei confronti dei loro colleghi.

C'è sempre qualcuno pronto ad obiettare: "Basta che funzioni".
Questo è un punto importante. Partiamo dal presupposto che nessun codice è esente dai bachi, ed anche se lo fosse presto o tardi dovrà essere modificato per assecondare le richieste di qualcuno.

Se scrivo del codice orrendo, ma funzionante (ora :) ), alla scoperta del primo baco sarà quasi impossibile farci manutenzione. Idem per una modifica. Farò più in fretta a riscriverlo. E questo anche per chi ha prodotto materialmente quella montagna di escrementi che si ostina a chiamare codice funzionante.

Non è poi così difficile. Puoi partire con un METODONE, ma poi lo prendi e lo scomponi in metodi più piccoli, magari ogni metodo lo testi, ma non lo pretendo :). Mi basta avere metodi piccoli, variabili con un nome comprensibile, classi di lunghezza ragionevole che facciano poche cose, ma fatte bene. Voglio codice che parla, non commenti che sono romanzi! Ah, i commenti... il commento dice che il metodo fa "toma", il metodo in effetti fa "soma", ma entrambi sono errati, perchè quel metodo doveva fare "roma".....

Meglio del codice bacato, ma su cui è facile fare manutenzione, che del codice che oggi funziona, ma che domani andrà riscritto perchè incomprensibile.

Il bello del software, è che è soft: lo puoi modellare come fosse pongo, adattarlo alla nuova situazione, ma devi metterti nelle condizioni di poterlo fare.




[ 15 commenti ] ( 2297 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2190 )
Writely 
venerdì, marzo 10, 2006, 15:27 - Technology, Software
Quoto dal vecchio blog:

Leggendo il blog di Ian Murdock , il creatore di Debian (Deb è sua moglie, Ian è lui), ho trovato writely .
Il progetto mi sembra interessante perché fa vedere chiaramente come potrebbe essere il futuro Google Office, che IMHO c'é già :).
Mi piace l'idea di condivisione, che è poi l'idea alla base del wiki, ma in questo caso ancora più estesa, visto che non si è legati a nessuna piattaforma di publishing. Una volta finito il documento, posso tenerlo lì, posso pubblicarlo su un blog/wiki, posso scaricarlo sulla mia macchina.


Oggi rileggo Ian, e cosa scopro? Questo: writely è parte di google....

Fatemi scendere che qui si sta andando troppo forte!

[ 18 commenti ] ( 2903 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2139 )

Indietro Altre notizie