Stress, effetti collaterali 
martedì, novembre 14, 2006, 14:00 - Training
E' innegabile, da quando siamo genitori ci ammaliamo più spesso. I bambini sono ottimi untori, ma questo è solo uno dei fattori. Viviamo sotto continuo stress, con giornate frenetiche e sonno di qualità medio bassa.

Se a questo ci aggiungiamo un po' di allenamento mattutino, rubando ulteriormente tempo al sonno, si arriva facilmente ad uno stato di sovrallenamento. Quando si entra in questo stato, molto conosciuto e temuto dagli atleti, soprattuto di fondo, il sistema immunitario è più debole, ed un semplice raffreddore può tramutarsi facilmente in una bronchite.

Gli atleti, o meglio gli allenatori, ciclizzano i carichi di allenamento in modo da alternare periodi di carico a periodi di scarico, durante i quali il corpo ha modo di recuperare, e variano da ciclo a ciclo i parametri caratteristici dell'allenamento: intensità, volume, frequenza, velocità.

Tutto ciò per il comune mortale non è possibile. Il sistema di recupero è uno solo per tutto: allenamento, lavoro, famiglia.... Se sovraccarico da una parte, dovrei scaricare dall'altra.... altrimenti... vi ammalate.

Così la scorsa settimana sono finito a letto, con un atibiotico che mi ha pure devastato la digestione. Penso che prima della prossima settimana non potrò allenarmi, anche perchè facendo uno stupido lavoro di facchinaggio in casa mi sono fatto male alla schiena.

La cosa positiva è che ho la scala di collegamento tra appartamento e soffitta, pardon, mansarda... questo significa che ci ho guadagnato una barra per le trazioni! E' sufficiente appendersi ai gradini e tirarsi su!

Inoltre sono ulteriormente dimagrito, arrivando a 92Kg: prima non riuscivo a mangiare a causa di febbre e gola imfiammata, dopo per i problemi digestivi dati dagli antibiotici... 3Kg in meno in una settimana :)


[ 2 commenti ] ( 1763 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2565 )
Io l'avevo detto 
lunedì, ottobre 30, 2006, 13:57 - Linux
Oh Oh, sicuramente arrivo in ritardo a riportare la notizia, ma visto che nelle mie previsioni per il 2006 c'era, eccovi la notizia della settimana:

Linux, Oracle vuol far le scarpe a Red Hat

Certo, la mie speranze erano per Ubuntu, ma non si può mai dire:)

[ 1 commento ] ( 1407 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 2.9 / 2699 )
Ricominciamo! 
venerdì, ottobre 27, 2006, 12:10 - Training
Sono un po' in ritardo, nel senso che ho ricominciato gli allenamenti a settembre, ma sono stati 2 mesi un po' traumatici.
Mi sono allenato al max 2 volte alla settimana, con soste lunghe a causa di raffreddori e disturbi intestinali una settimana sì ed una no:)

I bambini sono untori professionisti, e se tu non stai male a causa loro, ma loro sì, trascorrerai nottate tremende che ti faranno passare la voglia di alzarti alle 6:00 ed allenarti.

Cmq, per riprendermi ho seguito un EDT con tre ipotetiche sessioni settimanali, di cui due classiche ed una con i movimenti olimpici, sempre con manubri.

Avrei voluto terminare questo ciclo EDT a settembre e passare a qualcos'altro ad ottobre, ma visti i contrattempi continuerò sino alla prossima settimana, diciamo fino al 3 novembre. Mi sono letteralmente imposto di alzarmi se la sveglia suona, anche se Morfeo mi chiama con la sua subdola vocina!

L'idea è poi di passare a circuiti
PHA, con allenamento bi-settimanale. Se con l'EDT sono dimagrito fino ai 95Kg, penso che con i circuti potrei raggiungere gli agognati 90:)
No, vabbè, il peso non conta nulla, conta sempre solo lo specchio. Potrei anche rimanere 95 ma con una percentuale di ciccia più bassa, ma questi allenamenti, soprattutto per i pesi che ho a disposizione, non sono molto costruttori di massa.

[ 66 commenti ] ( 3330 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2132 )
Upgrade: da Dapper a Edgy 
mercoledì, ottobre 25, 2006, 14:02 - Linux, Ubuntu
Ci ho provato. Per due giorni ho cercato di zittire la vocina: "Fai l'upgrade, ormai Edgy è in beta, non succede nulla".

Alla fine ha vinto la vocina :) Così ora sono su Edgy, la prossima Kubuntu 6.10, con kde 3.5.5, kernel 2.6.17 ed il nuovo sistema di bootup Upstart ed altre cose simpatiche, magari invisibili all'utente finale, ma che ne fanno una distro "on the edge"... Edgy appunto.

L'upgrade è stato lungo, i pacchetti da scarica erano ca 1.5GB e la banda degna della <grande compagnia telefonica>: max 40kB/s durante il giorno, 250-350kB/s al mattino prima delle 9:30.

Inoltre l'installazione dei pacchetti vi prende ca 1 ora, ovvio dipende dall'hw.

Ho poi dovuto ricompilare Tora per avere il supporto a Oracle.

Nota positiva, dopo l'installazione dei pacchetti ho riavviato e nessun problema si è presentato.

[ 163 commenti ] ( 3162 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2627 )
"Abbiamo il DB!" 
venerdì, ottobre 20, 2006, 10:20 - Agile, Dev
Prologo
Ormai è un mese e mezzo che sono su questo nuovo progetto, nuovamente nel centro di ricerca, che ormai di ricerca ne fa ben poca, della <grande compagnia telefonica>. L'applicazione è sviluppata completamente da zero, ripeto da zero!

Ok, cominciamo con il post.

Il primo giorno, riunione del team, dopo le presentazioni di rito, il capo progetto prende la parola ed esclama: "Abbiamo il DB!".
Ok, ma l'applicazione che deve fare? "Abbiamo il DB!". Certo i dati sono importanti, ma forse sarebbe meglio partire dagli aspetti funzionali e modellare il db su questi. Insomma test, green, refactor ad ogni livello :). "Abbiamo il DB!".

Ok, ci adeguiamo, siamo in 4 sviluppatori, siamo agili. Ogni tanto abbiamo bisogno delle modifiche al db, per assolvere a qualche requisito funzionale (ma dai, "Abbiamo il DB!"). Il db prodotto fa schifo, ed è un complimento. Dopo i primi confronti è scontro aperto, ci viene rinfacciato di non sapere fare il nostro lavoro, che quelli sono i dati e su quelli dobbiamo lavorare. Ci viene detto di rileggerci i sacri testi di basi di dati. Visto il prodotto, mi chiedo se qualcuno abbia sentito anche solo parlare di forme normali. Qualche cosa la otteniamo, ma l'ultima battaglia ci vede vincitori per la modifica, perdenti perchè probabilmente sarà l'ultima.

L'individuo che ha progettato il DB non accetta il confronto, impone la sua idea ed ha spostato la questione sul piano personale. E' indisponente, supponente, altezzoso, geloso del suo operato.
Nella sua visione delle cose, ed anche in quella di altre persone come il capo progetto, una volta fatto il db, il resto sono dettagli implementativi.....
Ah, ovviamente il db viene modificato a piacimento da loro... fortunatamente abbiamo scelto hibernate e con gli h8-tools per eclipse rigeneriamo almeno un paio di volte alla settimana gli oggetti di mapping...

Non siamo una banda di imbecilli. Varie volte ho progettato db prima dell'applicazione, ma questo accadeva nella preistoria (vabbè, 475 anni fa :) )! Visto che si parte da zero, e non si sviluppa su un db legacy, il vantaggio sarebbe quello di partire dai requisiti funzionali, che tanto cambieranno 50 volte, ed adeguare la struttura di db ogni volta.

Il software è molle! E lo si può modellare come argilla, se si ha una buona suite di test automatici.

Ci troviamo così nell'assurda situazione di applicazione nuova e db legacy! Con un db che ha meno di 30 giorni di vita, ma sembra essere stato scolpito nella pietra!

E poi, anche nel caso di db legacy, in questi anni sono state sviluppate tecniche di refactoring anche per quelli, vedi il post di Enri sull'argomento.

Stiamo pensando all'ammutinamento. Ci creiamo una nuova istanza e la modelliamo a nostro uso e consumo.

Mi sembra incredibile, nel 2006, vivere queste situazioni. Sarà che sono orientato verso altri modelli di sviluppo, alla comunicazione, al confronto, ma poi mi guardo intorno e vedo che spesso e volentieri è così.

In definitiva, non penso molleremo facilmente.

[ 173 commenti ] ( 3858 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2096 )

Indietro Altre notizie