Nuovo anno, nuovo lavoro, nuovo portatile 
giovedì, gennaio 18, 2007, 16:30 - Ubuntu, Software, Hardware
Il portatile in questione è un Acer 5680, precisamente il 5684WLMi.

Kubuntu sì è installata senza problemi, proprio come Fedora 6 in questo post. E proprio come in quel caso al momento non funzionano la webcam ed il cardreader.

Ho ricopiato dal vecchio portatile la home, la opt (dove c'è Eclipse) ed un po' di settaggi e sono diventato operativo nel giro di poco. Sto completando la ricompilazione di Tora con il supporto a Oracle, come illustrato da M4zi qui, usando apt-build, che è notoriamente più fico :)

Mi è stata contestata la scelta perchè viene fornito con Windoze MCE e non XP pro. WMCE non ha un client per terminal server, cosa che potrebbe servire in certi ambienti enterprise dove hanno server windoze (sì, esistono ambienti enterprise che hanno server M$, probabilemte riavvieranno una volta a settimana, sai "per pulizia" :). Problema risolto con i pacchetti rdesktop e krdc (front end per KDE) che pemettono di collegarsi a macchine con VNC server o Terminal Server. Ho anche installato un pacchetto, kvpnc, per interagire con vpn Cisco, ma non l'ho testato.

Sto poi installando Internet Explorer utilizzando
IE4Linux quindi non penso che avrò bisogno di W a breve, neanche per le cose più turpi come accedere ad un qualsiasi sito creato appositamente solo per IE.


[ 183 commenti ] ( 16198 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2222 )
2007... arrivo! 
giovedì, gennaio 4, 2007, 10:10 - General
Eccoci qua, il 2007 è cominciato, e per me ci sono un sacco di novità.

Ora sono imprenditore, wow! E non faccio più il consulente, doppio wow!

Sì, cari 4 o 5 lettori, ho cambiato lavoro ed ho fatto questo saltino. In effetti lo considero un ritorno a casa, visto che l'azienda di cui sarò socio a tutti gli effetti tra qualche giorno, mi aveva già avuto come collaboratore nel 2002.

Ieri, 3 gennaio 2007, è stato il mio primo giorno, e mi sono proprio sentito bene. Vecchio posto, sì, ma stimoli fortissimi, grande entusiasmo ed ovviamente qualche preoccupazione: mi devo prendere carico di un lavoro fatto in C... sono solo 10 o 12 anni che non scrivo codice C, e mai su un progetto vero, solo robetta universitaria.
Questa è veramente una grande sfida che mi offre l'occasione per riconciliarmi con la programmazione a basso livello. Sapete, quelle cose tipo array di puntatori a funzioni, malloc() e free(). Dopo 5 anni di Java e garbage collector sarà divertente :)

Questo mi impegnerà per ca il 50% del tempo. Il resto lo passerò probabilmente a fare refactoring di un progetto interno, ma in Java, ed un po' di amministrazione di rete. L'idea è di abbracciare, o meglio migrare, ad un processo di sviluppo agile, in modo da arrivare a fine 2007 con codice, relazioni con i clienti e qualità della vita migliori.

Spero di riuscire a postare un po' di più per tenere una sorta di diario sulle attività, ma soprattutto sull'adozione di XP come metodologia all'interno dell'azienda. Un po' come ha già fatto il mio amico Enrico nel suo diario di bordo.



[ 19 commenti ] ( 3211 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2418 )
Stress, effetti collaterali 
martedì, novembre 14, 2006, 14:00 - Training
E' innegabile, da quando siamo genitori ci ammaliamo più spesso. I bambini sono ottimi untori, ma questo è solo uno dei fattori. Viviamo sotto continuo stress, con giornate frenetiche e sonno di qualità medio bassa.

Se a questo ci aggiungiamo un po' di allenamento mattutino, rubando ulteriormente tempo al sonno, si arriva facilmente ad uno stato di sovrallenamento. Quando si entra in questo stato, molto conosciuto e temuto dagli atleti, soprattuto di fondo, il sistema immunitario è più debole, ed un semplice raffreddore può tramutarsi facilmente in una bronchite.

Gli atleti, o meglio gli allenatori, ciclizzano i carichi di allenamento in modo da alternare periodi di carico a periodi di scarico, durante i quali il corpo ha modo di recuperare, e variano da ciclo a ciclo i parametri caratteristici dell'allenamento: intensità, volume, frequenza, velocità.

Tutto ciò per il comune mortale non è possibile. Il sistema di recupero è uno solo per tutto: allenamento, lavoro, famiglia.... Se sovraccarico da una parte, dovrei scaricare dall'altra.... altrimenti... vi ammalate.

Così la scorsa settimana sono finito a letto, con un atibiotico che mi ha pure devastato la digestione. Penso che prima della prossima settimana non potrò allenarmi, anche perchè facendo uno stupido lavoro di facchinaggio in casa mi sono fatto male alla schiena.

La cosa positiva è che ho la scala di collegamento tra appartamento e soffitta, pardon, mansarda... questo significa che ci ho guadagnato una barra per le trazioni! E' sufficiente appendersi ai gradini e tirarsi su!

Inoltre sono ulteriormente dimagrito, arrivando a 92Kg: prima non riuscivo a mangiare a causa di febbre e gola imfiammata, dopo per i problemi digestivi dati dagli antibiotici... 3Kg in meno in una settimana :)


[ 2 commenti ] ( 1768 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2573 )
Io l'avevo detto 
lunedì, ottobre 30, 2006, 13:57 - Linux
Oh Oh, sicuramente arrivo in ritardo a riportare la notizia, ma visto che nelle mie previsioni per il 2006 c'era, eccovi la notizia della settimana:

Linux, Oracle vuol far le scarpe a Red Hat

Certo, la mie speranze erano per Ubuntu, ma non si può mai dire:)

[ 1 commento ] ( 1412 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 2.9 / 2708 )
Ricominciamo! 
venerdì, ottobre 27, 2006, 12:10 - Training
Sono un po' in ritardo, nel senso che ho ricominciato gli allenamenti a settembre, ma sono stati 2 mesi un po' traumatici.
Mi sono allenato al max 2 volte alla settimana, con soste lunghe a causa di raffreddori e disturbi intestinali una settimana sì ed una no:)

I bambini sono untori professionisti, e se tu non stai male a causa loro, ma loro sì, trascorrerai nottate tremende che ti faranno passare la voglia di alzarti alle 6:00 ed allenarti.

Cmq, per riprendermi ho seguito un EDT con tre ipotetiche sessioni settimanali, di cui due classiche ed una con i movimenti olimpici, sempre con manubri.

Avrei voluto terminare questo ciclo EDT a settembre e passare a qualcos'altro ad ottobre, ma visti i contrattempi continuerò sino alla prossima settimana, diciamo fino al 3 novembre. Mi sono letteralmente imposto di alzarmi se la sveglia suona, anche se Morfeo mi chiama con la sua subdola vocina!

L'idea è poi di passare a circuiti
PHA, con allenamento bi-settimanale. Se con l'EDT sono dimagrito fino ai 95Kg, penso che con i circuti potrei raggiungere gli agognati 90:)
No, vabbè, il peso non conta nulla, conta sempre solo lo specchio. Potrei anche rimanere 95 ma con una percentuale di ciccia più bassa, ma questi allenamenti, soprattutto per i pesi che ho a disposizione, non sono molto costruttori di massa.

[ 66 commenti ] ( 3332 visite )   |  [ 0 trackbacks ]   |  permalink  |   ( 3 / 2140 )

Indietro Altre notizie